I cofondatori

Categoria:

Chi sono i nostri due cofondatori ?

Indicato per coloro che vogliono saperne di più sulla nostra Associazione

CITAZIONI:
– Secondo suo figlio Bob era a prima vista riservato e formale ma, conoscendolo,era amichevole, generoso, pieno di allegria ed amante dello scherzo senza cattiveria.
– Sarebbe per me [Bob] molto difficile concepire che durante queste discussioni notturne attorno al tavolo di cucina non si dicesse niente che avrebbe influenzato la stesura dei Dodici Passi.
– L’amore assoluto comprende tutto il resto ed è assai difficile averlo; ma ciò non significa che non possiamo tentare di arrivarci
– Cinque anni fa ti incontrai per la prima volta, Bill,. Non lo dimenticherò mai, non cesserò mai di esserti riconoscente.
– La politica delle nostre relazioni pubbliche non è quella di far propaganda alle persone, ma alla Associazione che è

Contenuto dell’opuscolo:
Non sono molti in Italia che conoscano la vita dei nostri due Cofondatori e come sia nata da loro questa Associazione che ha portato la salvezza, il recupero, la serenità, la crescita spirituale a milioni di persone. Questo opuscolo colma questa lacuna di molti di noi raccontandoci le loro vite e il loro, benedetto, incontro. E’ difficile immaginare due persone più diverse tra loro sotto tanti punti di vista,ed è proprio questa diversità, che si rivela chiaramente nelle storie delle loro vite, che ha permesso ad A.A. di nascere e crescere. Questo opuscolo riporta anche i loro due ultimi interventi “ufficiali” e pure in essi è possibile rilevare la differenza delle loro impostazioni: A.A. non sarebbe quella che è senza questi due personaggi. Il discorso del Dottor Bob è incentrato, dapprima, sulla sua storia di recupero, e poi sul profondo senso spirituale che pervade tutto il nostro Programma;se non tentiamo di vivere, ogni giorno di più, secondo questi principi siamo destinati alla ricaduta, se non quella fisica, di certo quella spirituale. Invece Bill incentrò il suo ultimo intervento sulle Tradizioni di A.A. e in esso cercò di spiegare la loro importanza fondamentale, vero cardine della nostra struttura. Se non seguiamo questi suggerimenti, noi e i nostri Gruppi, non verremo puniti da nessuno ma l’alternativa
che ci aspetta è peggiore di qualunque punizione.