Nuovo terreno… nuove radici

Intuizioni istantanee possono condurre a un’esistenza per¬≠vasa di serenit√† spirituale, e io ho un’eccellente ragione per saperlo. Le radici della realt√†, prendendo il posto dei ce¬≠spugli delle nostre nevrosi, resisteranno ai venti violenti delle forze che ci annienterebbero, o che noi stessi userem¬≠mo per distruggerci.

COME LA VEDE BILL, pag. 173

Sono giunto in A. A. come una fragile pianticella, treman¬≠te e quasi sradicata’. L’ho fatto per sopravvivere, ma √® sta¬≠to un inizio. Mi sono esteso, sviluppato, aggrovigliato, ma con l’aiuto degli altri, il mio spirito alla fine √® sboc¬≠ciato dalle radici. Ero libero. Mi sono messo in azione, mi sono tirato indietro, mi sono buttato ancora avanti, ho pregato, ho ripreso ad agire e ho ricominciato a capire da capo, e allora mi ha illuminato un lampo d’intuizione. Sopra, dalle mie radici, i rami dello spirito si sono allun¬≠gati e hanno prodotto germogli forti e verdi, aiutandomi a crescere verso l’alto, su per i gradini che portano al cielo. Qui sulla terra Dio perpetua incondizionatamente il dono dell’amore pi√Ļ grande. La mia vita A.A. mi mette su un cammino del tutto diverso, le mie radici affondano in un terreno nuovo.