Aprirsi al cambiamento

Esaminare se stessi √® il mezzo con cui acquisiamo un nuovo modo d√¨ vedere, di agire e la grazia da contrapporre al lato oscuro e negativo della nostra natura. E un passo avanti nell’accrescere quel genere d√¨ umilt√† che ci rende possibile rice¬≠vere l’aiuto di Dio. … ci rendiamo conto che poco a poco possiamo abbandonare la vecchia vita – quella che non fun¬≠zionava – per una vita nuova, che lo pu√≤, e lo fa, in qualsiasi situazione.

Come la vede bill, pag. 108

Mi √® stata data una tregua quotidiana e contingente che di¬≠pende dal mio modo di mantenermi spiritualmente in for¬≠ma, a patto che ricerchi il progresso e non la perfezione. Per rendermi pronto al cambiamento, metto in pratica la buona volont√†, aprendomi alla possibilit√† di cambiare. Se mi accorgo che ci sono difetti che ostacolano il mio essere utile ad A. A. e agli altri, divento pronto attraverso la medi¬≠tazione e accettando suggerimenti. “Qualcuno ha cercato di attenersi ai suoi vecchi sistemi, e il risultato √® stato zero finch√© non li ha abbandonati” {Alcolisti Anonimi, pag. 57). Per lasciar andare e lasciar fare a Dio, devo solo mettere nelle Sue mani i miei vecchi modi di fare. Non combatto pi√Ļ n√© cerco di controllare tutto, ma semplicemente credo, con l’aiuto di Dio, di essere cambiato, ed esprimere questa convinzione mi rende pronto. Mi svuoto per essere colma¬≠to di consapevolezza, luce e amore, e sono pronto ad af¬≠frontare con speranza ogni mio giorno.